Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza ambientale. La percezione delle imprese tra problemi formali e sostanziali

Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza ambientale. La percezione delle imprese tra problemi formali e sostanziali

Gli ultimi dati raccolti nel Rapporto Green Italy 2012 registrano una buona diffusione tra le imprese italiane di investimenti in tecnologie e prodotti green. Il numero di imprese industriali e terziarie che hanno realizzato negli ultimi quattro anni (2009-2012) investimenti in prodotti e tecnologie green in grado di assicurare un maggior risparmio energetico o un minor impatto ambientale ammonta a circa 360 mila. Green Italy individua soprattutto due fattori alla base della crescita d’attenzione verso la produzione sostenibile: da un lato, l’aumento del numero di consumatori più sensibili alle istanze ambientali che quindi chiedono al mercato prodotti sempre più eco-compatibili; dall’altro, la diffusione di normative sempre più stringenti che impongono alle imprese una maggiore attenzione soprattutto in termini di rapporto produzione-ambiente. Nonostante questi trend positivi siano ampiamente condivisibili e confermati anche da altre indagini quest’ultime mostrano come sulla “diffusione del green” incidano molteplici fattori e vi siano tutt’ora ampi margini di indeterminatezza delle cause; inoltre, dal giudizio degli imprenditori emergono alcune criticità che è necessario considerare per migliorare il sistema. Tutte le attività delle imprese, enti, organizzazioni in generale, possono comportare degli impatti più o meno significativi sull’ambiente (inquinamento delle acque, dell’aria, produzione di rifiuti, uso del suolo, ecc.). Negli ultimi vent’anni l’azione congiunta dei governi nazionali e degli organismi comunitari attraverso una serie di norme sempre più vincolanti, hanno favorito la crescita nei vari settori produttivi di una maggiore consapevolezza nei confronti di una produzione più eco-sostenibile. Tra i vari strumenti utilizzati dalla maggioranza delle imprese per adeguare il proprio sistema produttivo alle esigenze connesse alla eco-sostenibilità ci sono sicuramente le certificazioni ambientali e fra queste va certamente menzionato il Sistema di Gestione Ambientale (ISO 14001). Gli ultimi dati disponibili sulla diffusione della Certificazione UNI ISO14001 fra le aziende raccolti da ACCREDIA evidenziano la presenza nel nostro Paese di 9.133 aziende certificate. I siti produttivi con tale certificazione sono 17.883.

Indagine realizzata nell’ambito dei Piani Fondimpresa Sicuramente 2013 e Sicurtex 2013, a valere sull’AVS 1/2013.

 

Scarica il documento
Competenze

, , ,

Postato il

novembre 8, 2016

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi