Pratiche di valutazione della formazione aziendale.

Pratiche di valutazione della formazione aziendale.

In questo saggio vengono presentano i risultati di una ricerca etnografica sulle pratiche di valutazione della formazione adottate dalle aziende del settore moda. La ricerca ha prima di tutto verificato se queste aziende utilizzino un sistema di valutazione. L’analisi valuta poi i tipi di effetti e impatti che le aziende tendono a valutare e secondo quale modalità di rilevazione. Infine gli autori definiscono le pratiche di valutazione in una metodologia di modellazione utilizzata dalle aziende per accertare la possibilità di adottare un approccio di valutazione partecipativa. Il lavoro si situa all’interno della prospettiva delle «comunità di pratica» (Lave e Wenger, 1991; Gherardi e Nicolini, 1998; Wenger e Snyder, 2000; Scaratti, 2006; Wenger, 2006, 2010) e intende contribuire a rafforzare la tesi che essendo le aziende anche insiemi di «comunità di lavoro» ciascuna delle quali sviluppa spontaneamente modalità proprie ed autonome di apprendimento, la valutazione della formazione aziendale non possa prescindere dagli elementi e dai processi di autovalutazione già in atto nelle aziende. Inoltre, ci preme comprendere
se e quali sistemi di valutazione vengono effettivamente adottati dalle aziende. Sopratutto ci si interroga sulla portata e sull’efficacia di tali sistemi, riflettendo sulle possibilità di migliorane il valore, attraverso l’adozione formale di pratiche partecipative che si situano nel solco dell’auto-valutazione.

Saggio a cura di Pierpaolo Letizia e Luca Salmieri.

 

Scarica il documento

 

 

Competenze

,

Postato il

settembre 22, 2017

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi